“Partita a rischio”. Poi, c’è Mattarella. Ma scherzate?! Una partita e la contestuale presenza del Presidente della Repubblica?? Oh my God! Troppo difficile gestire tutto. Alla fine, decisione presa: meglio non far arrivare i napoletani in Sardegna, quest’orda ingovernabile di barbari che con asce, scudi, lance e frecce avrebbero il desiderio di accompagnare la squadra